Home / Veicoli Storici / Informazioni utili

Iscrizione Veicoli Storici - Informazioni Utili



CERTIFICATO DI RILEVANZA STORICA E COLLEZIONISTICA

In base al Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 17/12/2009 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 19/3/2010 n. 65 - Supplemento ordinario n. 55), le condizioni per classificare d'interesse storico e collezionistico un autoveicolo o motoveicolo, comportano l'ottenimento del CERTIFICATO DI RILEVANZA STORICA E COLLEZIONISTICA.

Presupposti per tale certificazione sono la data di costruzione che deve essere precedente di almeno 20 anni dalla data di richiesta e l'iscrizione in uno dei registri nazionali ASI, FMI, STORICO LANCIA, ITALIANO FIAT, ITALIANO ALFA ROMEO, così come previsto dall'art. 60 comma 4 Codice della Strada.

L'ottenimento del certificato dai suddetti registri è subordinato allo stato di conservazione dei veicoli ed all'originalità degli stessi che devono conservare le originarie caratteristiche costruttive previste all'atto della loro costruzione, fermo restando l'obbligo di essere equipaggiati con i dispositivi funzionali previsto dalle norme vigenti.

La dotazione di eventuali accessori previsti all'epoca di cui l'autoveicolo è stato costruito non pregiudica l'originalità dello stesso, vale comunque il principio che qualsiasi cambiamento relativo agli allestimenti di serie deve essere ugualmente storicizzato e quindi spetta al proprietario del veicolo l'onere probatorio attraverso specifica documentazione.

 

Come accennato, a partire da 19/03/2010 il CERTIFICATO DI RILEVANZA STORICA E COLLEZIONISTICA è l'unico e solo documento riconosciuto dallo Stato al fine di qualificare un veicolo come storico, indipendentemente dal fatto che abbia anche più di 30 anni. Gli attestati di storicità rilasciati a tutto il 19 marzo 2010, data di pubblicazione del decreto assumono lo stesso valore dei Certificati di Rilevanza Storica e quindi qualificano come storici i veicoli che ne sono in possesso.

ATTESTATO DI DATAZIONE E STORICITA'

A seguito della normativa di cui all'art. 63 L.342/2000, esso permette unicamente di godere dei benefici fiscali previsti dalla legge relativamente all'esenzione dal pagamento della tassa di proprietà.  Tuttavia, a seguito della legge 23.12.2014 n. 190 l'esenzione dalle tasse automobilistiche è prevista solamente, ed in modo automatico, per i veicoli costruiti da oltre 30 anni.  

Richiesta delle suddette certificazioni

La domanda volta ad ottenere singolarmente o entrambe le certificazioni è una sola ed è comunque consigliabile farne contestualmente richiesta per ottenere sia i benefici fiscali che la qualifica di veicolo storico richiesta dalle Compagnie Assicurative per concedere polizze agevolate.

La domanda va compilata con tutte le informazioni ed i dati tecnici richiesti; si dovrà quindi allegare fotocopia completa del libretto di circolazione, certificato di proprietà, copia carta di identità del proprietario e le 6 foto richieste per la compilazione della pratica:

1) Foto dell'autovettura scattata 3/4 anteriore lato destro; 2) Foto dell'autovettura scattata 3/4 posteriore lato sinistro; 3) Foto del numero di telaio punzonato sulla carrozzeria con numeri e lettere visibili e leggibili; 4) Foto della targhetta rivettata riportante n. telaio, n. motore, dimensione e pesi; 5) Foto vano motore; 6) Foto della selleria anteriore scattata lato passeggero con portiera aperta per vedere sedili anteriori.  

Le foto devono essere stampate su carta fotografica 10x14, scattate su fondo neutro.

Queste 2 certificazioni, richieste singolarmente o contestualmente, possono essere rilasciate ai veicoli che non solo abbiano compiuto almeno 20 anni dalla data di costruzione, ma che siano anche e comunque in condizioni di buona conservazione e conformi all'originale sia per quanto attiene alla carrozzeria che gli allestimenti interni.


CERTIFICATO D'IDENTITA' o OMOLOGAZIONE ASI

Tale certificato è il più qualificante riconoscimento che si può ottenere dall'A.S.I. per il quale viene anche rilasciata una targa metallica dorata (detta targa oro) riportante lo stemma dell' ASI e la datazione del veicolo. Esso certifica l'assoluta e totale originalità del veicolo sulla base del codice tecnico internazionale FIVA. E' quindi un riconoscimento di assoluta rilevanza ed è particolarmente utile per una stima del valore del veicolo che ne è dotato e lo abilita inoltre a partecipare alle manifestazioni ufficiali e nazionali previste dal calendario ASI. Il certificato d'identità si richiede compilando un apposito libretto tecnico con tutti i dati richiesti, corredandolo di fotografie, copia libretto di circolazione e certificato di proprietà, dei campioni dei codici colori e dei materiali di rivestimento interni.

La domanda ed i documenti è inviata all'ASI e succesivamente il proprietario viene convocato nell'apposita seduta di omologazione ed il veicolo esaminato dai Commissari Tecnici Nazionali dell'ASI i quali devono valutare la conformità della conservazione o la qualità del restauro attribuendo la conseguente classificazione. 

Si ricorda che la TARGA ORO rilasciata è di proprietà ASI e concessa al proprietario in comodato d'uso.

CARTA D'IDENTITA' FIVA

La Carta FIVA consente la partecipazione alle manifestazioni iscritte nel calendario internazionale FIVA e a quelle a calendario ACI-CSAI, ma non a quelle a calendario ASI per le quali è necessario il Certificato d'Identità. La Carta FIVA ha una validità di 10 anni e scade comunque in caso di cambio di proprietà del veicolo. Dal 2010 l'età minima di un veicolo storico per ottenere la Carta d'Identità FIVA è pari a 30 anni dall'anno di costruzione

Si ottiene compilando la domanda con le caratteristiche tecniche del e allegando le foto richieste in formato 10x14, ed il Club provvederà all'espletamento delle pratiche con ASI-FIVA ed il veicolo sarà ispezionato dai Commissari in apposita seduta d'omologazine.

Fiche ACI Sport (ex CSAI) Regolarità auto storiche

La fiche di identità ACI Sport per regolarità auto storiche, che può essere richiesta per vetture "produzione" o "allestimento gara" è uno strumento tecnico che consente di:
- inserire la vettura, in fase di iscrizione ad una gara sotto egida ACI, nella corretta divisione o raggruppamento e successivamente, in fase di verifica ante-gara, di effettuare il suo riconoscimento e controllo;
- creare un archivio storico che incentivi la conservazione ed il restauro delle vetture da corsa e che ne tramandi la loro storia sportiva.
Nota: Le fiches di regolarità rilasciate successivamente alla data del 01/01/2009 non sono soggette a scadenza. Maggiori informazioni al seguente link:

http://regautostoriche.aci.it/



Circolazione veicoli storici nel Comune di Verona 2017/2018

L'Ordinanza Sindacale n. 51 del 10 ottobre 2017 dispone il divieto di circolazione dei veicoli non  catalizzati nelle giornate dal lunedì al venerdì, dalle ore 08.30 alle 12.30 e dalle ore 15 alle 18.00 a partire dal 16 ottobre 2017 fino al 15 aprile 2018, con esclusione delle festività infrasettimanali. 

Al paragrafo 17 (deroghe), è stata fatta una parziale deroga per i veicoli d' interesse storico e collezionistico, di cui all’art. 60 del Nuovo Codice della Strada, in possesso dell’attestato di storicità o del certificato di identità/omologazione, rilasciato a seguito di iscrizione negli appositi registi storici, e ai veicoli con targa A.S.I. o di Registro esposta, valida SOLO in occasione di manifestazioni

N.B. Tale deroga vale dunque solo nel territorio Comunale, non per la Provincia;

Si raccomanda ai signori soci di portare sempre a bordo della vettura o moto una copia dell’attestato di storicità o dell’omologazione

LINK all'ordinanza:
https://www.comune.verona.it/media/Redazione%20web/muoversi%20a%20verona/ordinanze/Anno%202017/Ordinanza_Sindacale_n._51_del_10.10.2017.pdf

Revisione veicoli storici
Con il nuovo regolamento del marzo 2010 le vetture storiche dovranno essere revisionate ogni due anni e non più ogni anno come precedentemente previsto.